Libri, Parliamo di...

Il gioco del Suggeritore

DonatoCarrisiChi mi conosce bene, sa della mia ammirazione per Donato Carrisi che, negli ultimi 10 anni si è rivelato uno dei migliori scrittori di thriller italiani.

Per chi non conoscesse quest’autore (no, non è il figlio di Albano Carrisi) è uno scrittore e sceneggiatore originario di Martinafranca vincitore del Premio Bancarella nel 2009 con Il suggeritore e del premio David di Donatello nel 2018 con La ragazza nella nebbia.

A dieci anni dall’uscita del suo primo libri (“Il Suggeritore”) Carrisi il 3 novembre  ritorna in tutte le librerie con un nuovo suggeritore e con la nostra oramai amata Mila Vasquez …

La chiamata al numero della polizia arriva verso sera da una fattoria isolata, a una quindicina di chilometri dalla città. A chiedere aiuto è la voce di una donna, spaventata. Ma sulla zona imperversa un violento temporale, e la prima pattuglia disponibile riesce a giungere soltanto ore dopo. Troppo tardi. Qualcosa di sconvolgente è successo, qualcosa che lascia gli investigatori senza alcuna risposta possibile – soltanto un enigma. C’è un’unica persona in grado di svelare il messaggio celato dentro al male, ma quella persona non è più una poliziotta. Ha lasciato il suo lavoro di cacciatrice di persone scomparse e si è ritirata a vivere un’esistenza isolata in riva a un lago, con la sola compagnia della figlia Alice. Tuttavia, quando viene chiamata direttamente in causa, Mila Vasquez non può sottrarsi. Perché questa indagine la riguarda da vicino. Più di quanto lei stessa creda. Ed è così che comincia a prendere forma un disegno oscuro, fatto di incubi abilmente celati e di sfide continue. Il male cambia nome, cambia aspetto, si nasconde nelle pieghe fra il mondo reale e quello virtuale in cui ormai tutti trascorriamo gran parte della nostra vita, lasciando tracce digitali impossibili da cancellare. È un gioco, ed è soltanto iniziato. Perché lui è sempre un passo avanti. A dieci anni dall’esordio con il bestseller internazionale Il suggeritore, la sfida ricomincia…

Con quesro nuovo thriller Carrisi si è rivelato ancora una volta uno scrittore d’eccellenza. La capacità di questo autore di tenervi incollati al libro fino proprio alla fine è scioccante.

Ogni capitolo è talmente sconvolgente e ti mette talmente tensione da voler continuare a leggere per capire meglio cosa succede e, senza accorgertene, ti ritrovi alla fine del libro. Mila, con la sua alassitemia (l’incapacità sia di riconoscere i propri stati d’animo), ti convolge nel suo dolore per il non riuscire a provare nessun tipo di empatia ma grazie alla comparsa di un nuovo suggeritore nella sua vita il suo rapporto con questo suo problema inizierà a mutare e noi al suo fianco seguiamo questa trasformazione.

Insomma, un libro coinvolgente, sicuramente da non perdere soprattutto per gli amanti del genere.

(“VOTO DIESCI” cit Alessandro Borghese eheh)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...