Libri, Parliamo di...

“Anche la morte ascolta il jazz” di Valeria Biuso

Oggi voglio parlarvi del libro “Anche la morte ascolta il jazz”, romanzo d’esordio di Valeria Biuso, pubblicato nel 2017 dalla casa editrice Ianieri.

Il libro è ambientato a New York alla fine degli anni ’40 ed ha come protagonista William Brooks un giovane 25enne in piena crisi esistenziale, scrittore di professione, che lavora per la rivista Partisan Review, rivista tra le più radicali della Grande Mela. Brooks, alla ricerca di continue ispirazioni, gira per le strade livide della città frequentando i locali storici del bedpop, tra hipster, morfinomani e perdigiorno. La svolta, nella vita del protagonista, arriva nel momento in cui incontra un lontano parente, Noah Tats, che riesce a scuoterlo dal languore in cui si sentiva da tempo impaludato. Tuttavia, la strada da percorrere è lunga e piena di ombre.

Insomma, un viaggio psichedelico all’interno della vita del protagonista, scandita da jazz, amici tossici e strani parenti.

Inizialmente ero un po’ scettica per quanto riguarda la lettura di questo libro in quanto si tratta di un genere che non si avvicina molto ad i miei gusti, tuttavia, devo confessarvi che, nonostante la prima impressione, pagina dopo pagina mi son ritrovata a leggere un libro davvero molto interessante e appassionante.

L’autrice ha avuto la grande capacità di descrivere con minuziosità la vita del protagonista senza mai annoiare permettendo così al lettore di entrare nel mondo di William Brooks.

Si tratta di un libro molto scorrevole e piacevole che non vi annoierà sicuramente.

Ve lo consiglio assolutamente😍

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...