CulturAction

Gianluca Modanese, voce stupenda e grande successo nel web.

Gianluca Modanese, in arte Gians, cantautore di Cesentico, classe ’95, si é rivelato negli ultimi anni una giovane promessa della musica italiana.

  • Prima di tutto, chi é Gianluca nella vita reale e al di fuori dei social?
Gianluca è un ragazzo di 22 anni che ha sempre messo la musica al centro della propria vita, un ragazzo che non passa un giorno senza scrivere una canzone, ascoltare musica o strimpellare qualcosa al pianoforte o alla chitarra.
Attualmente studio Lingue occidentali all’università di Urbino, e tra pochi mesi dovrei laurearmi. A parte questo direi che ho una vita abbastanza tranquilla, mi piace passare il tempo con le persone a cui voglio bene senza privarmi del tempo per me stesso e per la mia creatività!
  • Cosa ti ha avvicinato al mondo della musica e al genere pop?
Il mio avvicinamento al mondo della musica è stato quasi involontario, perchè appartenendo ad una famiglia dove tutti suonavano uno strumento o cantavano, è stato molto naturale. Mio babbo suona la chitarra da 40 anni, mia sorella il pianoforte, mia mamma canta, quindi mi sono sempre ritrovato al centro di un “vortice musicale”, se così possiamo chiamarlo. Siccome nessuno nella mia famiglia suonava la batteria, ho deciso di studiarla io, ma poi col passare del tempo ho sentito il bisogno di suonare la chitarra e ho imparato da solo. Lo scrivere canzoni è stata una cosa quasi naturale, mi aveva sempre affascinato l’idea di poter raccontare una mia emozione attraverso la musica, e la prima l’ho scritta a 15 anni.
Per quanto riguarda la musica pop, ho sempre ascoltato tantissimi generi, quindi inizialmente non avevo un mio stile preciso, però nel 2012 ho scoperto Ed Sheeran, e da li in poi sono stato influenzato tantissimo dal suo stile.
  • Negli ultimi anni sei riuscito ad ottenere un enorme successo soprattutto tra i giovani, come ha influito ciò nella tua vita?
Diciamo che non è cambiata più di tanto, sicuramente fa moltissimo piacere avere un certo numero di persone che mi ascoltano, mi seguono e mi scrivono. Mi piace condividere quello che faccio con chi mi segue e quindi magari ultimamente sono un po’ più “attaccato” al telefono per rispondere ai commenti o mettere video dove canto e cose simili, ma per il resto direi che sono il Gianluca di sempre, concentrato sui propri obbiettivi!
  • Chi sono i tuoi artisti preferiti e chi tra questi influisce maggiormente sulla tua musica?
Il mio artista preferito è senza dubbio Ed Sheeran. Per quanto riguarda altri, di artisti stranieri ascolto tantissimo Oasis e Charlie Puth, mentre tra gli italiani mi piacciono molto Cesare Cremonini e Thegiornalisti, ma ascolto tantissimi generi e tanta musica in generale. Sicuramente chi influisce di più nella mia musica è Ed Sheeran, ma cerco di costruirmi sempre uno stile mio.
  • Nel 2017 é uscito il tuo primo album dal titolo “Universo Mobile”, come nasce questo album e cosa hai voluto racchiudere all’interno?
E’ un disco che è nato quasi per caso, 4 anni fa. In quel periodo scrivevo tanto, soprattuto in inglese, ma non avevo l’idea di comporre un vero e proprio album. La svolta è stata in quinta liceo, quando durante la simulazione d’esame di maturità, anzichè scrivere un tema, in 5 minuti mi sono messo a scrivere “Universo Mobile” la prima canzone dell’album, ed anche la mia prima canzone in italiano. Da li in poi è stato tutto in discesa, perchè ho iniziato a comporre canzoni praticamente ogni giorno, basandomi su quello che mi capitava nella vita: delusioni sentimentali, felicità, malinconia.
Dentro Universo Mobile c’è tutta la mia vita dal 2013 al 2017, è un po’ come un diario dove ho raccolto tutto quello che provavo in quel periodo. Tornavo a casa, dopo che era successo qualcosa di particolare, e mi mettevo a scrivere una canzone nella mia camera alle 4 di notte: in quei momenti non avrei mai pensato che quelle idee nate nella mia stanza avrebbero raggiunto mezzo milione di ascolti in un anno. E’ stata una bella esperienza.
  • Cosa ne pensi dell’attuale panorama musicale italiano ?
Non essendo un grande fan dei talent, mi dispiace che ormai ogni novità musicale italiana provenga da li. Però negli ultimi tempi ho notato che la situazione sta un po’ migliorando e si da più spazio anche ai giovani che cercano di farsi strada da soli nel mondo della musica, un po’ come sto provando a fare io. Nonostante questo ascolto molta musica italiana, sia attuale che passata, e penso che ci siano comunque artisti interessanti!
  • Se avessi la possibilità di incontrare uno per uno tutti i tuoi follower cosa vorresti dirgli?
Beh sicuramente li ringrazierei tantissimo perchè è solo merito loro se ho raggiunto determinati traguardi. Inoltre mi scrivono un sacco di messaggi e commenti e leggerli solleva sempre l’umore anche durante le giornate storte. Quindi quello che posso dire è che continuo a fare musica anche e soprattuto per il loro supporto, che non è mai mancato! Cerco sempre di rispondere a tutte le persone che mi scrivono proprio perchè sono fondamentali per la mia musica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...