Parliamo di...

La verità prima

Aurore: Fabio Brusa

La trama del romanzo è avvincente, il thriller è incentrato sul Vangelo di Giuda Iscariota. Tanto è stato scritto in passato su questo Vangelo apocrifo, che da sempre ha suscitato l’interesse degli scrittori, tra i quali, uno degli ultimi che ho letto, Quel ramo di pero fruttato di Salvatore Liguori, che richiama le imprese di Papa Sisto V per distruggere tale Vangelo e, visto ciò che Fabio Brusa ha scritto in queste pagine, il povero papa aveva tutte le ragioni per farlo!

Il romanzo inizia con il ritrovamento dei papiri che contenevano gli scritti del Vangelo di Giuda, tradotti dal prof. Abbou. Nel frattempo, a Roma, ci viene presentato Furio Valente, professore mancato, marito infedele e abbandonato, scrittore senza pubblico. Eppure qualcosa sconvolge la sua vita monotona: su richiesta via mail del suo amico Abbou si ritrova coinvolto in una missione all’insegna della verità. Una continua ricerca lo porterà sulle tracce di ciò che il Vangelo di Giuda rivela.

La trama è interessante, il libro è scorrevole e avvincente. Si divora, pagina dopo pagina, incuriositi dal mistero che avvolge i principi della religione cristiana.

Importante diventa però separare ciò che viene narrato dalle convinzioni personali. Non si mina solamente la struttura ecclesiastica, ma l’esistenza stessa di Cristo, definito come un truffatore. Vengono messi in discussione i miracoli, come quello della trasformazione dell’acqua in vino: sarebbe stata solo l’opera di una polvere colorata. Non finisce qui: la guarigione del lebbroso diventa una semplice pulizia del corpo di Giuda dal miele, opportunamente preparato per far credere come grandi le doti del messia. Una rivisitazione scomoda del Vangelo, che potrebbe infastidire il lettore credente.

Tralasciando questo dettaglio però il romanzo è un thriller ben scritto, con quel pizzico di irriverenza che potrebbe affascinare.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...