CulturAction

Un viaggio tra i disegni di Laila Art ∞

In questo periodo, e credo si sia notato mi sono appassionata al mondo dell’illustrazione e del disegno e proprio per questo sono andata alla ricerca di nuovi artisti che possano ispirare me e magari anche voi. Tra le mie ricerche ho conosciuto Laila Art, nome d’arte di un’illustratrice davvero eccezionale e proprio per questo che voglio farla conoscere anche a voi con una mini intervista

  • Emanuela (o Laila) parlaci un po’ di te e di come ti sei avvicinata al mondo del disegno

Salve! Sono un’aspirante fumettista come tanti altri, da anni sogno di pubblicare qualche mia storia. Come si può notare ho uno stile molto influenzato dai manga, infatti mi sono sempre definita “mangaka”. È un pò triste da dire ma ho inziato a disegnare per solitudine, ai tempi delle scuole elementari. Durante l’adolescenza invece ho iniziato a disegnare i miei primi fumetti, e conoscendo i manga giapponesi ho iniziato anche a disegnarne di miei. Ho sempre amato disegnare fumetti, per me è come creare un mondo tutto mio, è tutto ciò che ho e spesso critiche e rifiuti mi fanno rimanere molto male. Ma nonostante il mio caratteraccio sono molto grata ai miei fans e cerco di offrirgli sempre il meglio.

  • Tra le tue attività hai disegato per Pokémon Courage, di cosa si tratta?

Eh già, il mio primo progetto è stato Pokèmon Courage, il blog di un gruppo di simpatici ragazzi che scrivevano fan fiction sui Pokèmon. Quando la mia paginetta era appena nata, uno di loro, Christian, mi contattò per chiedermi di entrare a far parte del loro team e di realizzare il manga di una delle loro storie, “Pokèmon Back to the Origins”. Accettai subito molto contenta, e iniziò una delle mie imprese più toste: disegnare un’intero manga tutto da sola! La storia era davvero complessa, forse anche troppo per le mie capacità, ma riuscii a far uscire un capitolo ogni due settimane, una trentina di episodi in circa due anni, che folle! [ride] Eh sì, anche se ero una principiante credevo molto in quel progetto, ero molto affezionata ai protagonisti Rachel e Zack. Purtroppo ho perso di vista i ragazzi di Pokèmon Courage, dopo di me giustamente hanno voluto dare un’opportunità anche ad altri artisti, e anche io ormai ho altri nuovi progetti indipendenti.

  • Hai scritto un fumetto dal nome Dark Entity, vuoi raccontarcelo?

Sì, Dark Entity è stato uno dei miei nuovi progetti. È una mini serie horror che ho pubblicato su Tapas, un sito dove si può pubblicare i propri fumetti. È la misteriosa e inquietante storia di un gruppo di ragazzine, che si ritrovano coinvolte nella scomparsa della loro amica. Ma quando ricompare è davvero irriconoscibile, quasi un mostro, e sembra avercela a morte con una di loro. Recentemente è uscito il sesto e ultimo capitolo che ha lasciato tutti spiazzati. A quanto pare la storia è stata molto apprezzata, anche se all’inizio molti erano scettici sulla qualità della storiella. Dark Entity infatti è una storia ben pensata, creata un paio di anni fa nel periodo in cui ero interessata alle creepypasta, brevi storie inquietanti raccontate sul web, Jeff the Killer e Slenderman, per esempio. Era anche un periodo piuttosto tormentato e depresso, quindi scrivere Dark Entity é stato anche un piccolo sfogo, il mio urlo di rabbia. La storia non è autobiografica, tuttavia penso di avere molte cose in comune con Luna, la ragazza sperduta nei boschi. Mi hanno anche consigliato di fare un remake in futuro. Penso proprio che lo farò quando sarò una professionista, e chissà, forse farò anche sequel e spin off.

  • Hai altri progetti in cantiere?

Certamente! Attualmente sto lavorando alla trama del mio prossimo fumetto, sarà di genere dark fantasy e ho intenzione di pubblicarlo con una casa editrice! Nel frattempo sto cercando di migliorare nel disegno, devo assolutamente raggiungere i livelli adatti per pubblicare. Gli aspiranti mangaka sono sempre di più ed è molto difficile emergere. Spero che un giorno ci sarà spazio anche per me, ho tante cose da offrire, mi impegno molto nei miei progetti e li porto sempre a termine con orgoglio.

Un pensiero riguardo “Un viaggio tra i disegni di Laila Art ∞”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...