Parliamo di...

Un viaggio con Alessandro Burbank e la sua poesia “totale”

Alessandro Burbank, classe 1988, poeta, performer, PR (poetry relations) e Maestro di Cerimonia é un artista eclettico e pieno di risorse.

Alessandro, quando é iniziata la tua passione per la poesia? E quando hai capito che era “la tua strada”?

La “passione” per la poesia è iniziata all’età di 8 anni. Ho capito che era la mia strada dopo I primi poetry slam durante l’università.

Ti definisci un Operatore Culturale, cos’è per te la cultura e come ti rapporti ad essa?

La cultura è tutto quello che ruota attorno ai fatti estetici e storici di una società attraverso il linguaggio. Io cerco di promuovere come posso la poesia anche all’interno di manifestazioni dove non è solitamente prevista. Credo che una vita senza poesia sia una vita sprecata in quanto se è una poesia di qualità si tratta della massima arte possibile in quanto utilizza gli strumenti che usiamo per comunicare.

Ogni artista ha una sua fonte di ispirazione, chi o cosa ha segnato ed influito il tuo successivo percorso artistico?

Gli autori più importanti per me sono stati e sono ancora Zanzotto e Prevert. Così come la beat generation in adolescenza ma anche le performaances di Bergonzondie il mio concottadino Giorgio Baffo il più grande poeta (erotico) del settecento veneziano.

Quest’anno hai girato l’Italia con ” Finché non trovo un lavoro Tour” vuoi parlarci di questo progetto?

Sono riuscito ad ottenere da Flixbus delle agevolazioni sui biglietti. Il mio obbiettivo era di viaggiare e portare la mia poesia attraverso l’Italia in un periodo in cui non trovavo lavoro. Ho visitato città che non avevo mai visto conosciuto moltissime belle persone e sondato il terreno per investire su questa passione. Un obbiettivo era anche quello di sondare lo stato dell’arte della poesia performativa italiana tenendo l’attenzione su di me nei social come scusa per ribadire quanta gente c’è che organizza e si sbatte per la poesia letta in pubblico. È stata un’esperienza unica che mi piacerebbe ripetere a livello europeo.

Hai altri progetti in mente?

Si pubblicare un libro dato che per ora non è ancora accaduto. Un tour europeo e una performance sonora adattabile in tutte le lingue. Poi magari leggere in giro qualche classico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...