Parliamo di...

Il fiume dei segreti

Dopo lo stratosferico successo della “ragazza del treno” ecco il nuovo libro dell’autrice Paula Hawkins. Per chi ha letto il primo libro l’attesa della sua nuova fatica letteraria era carica di aspettative, visto il successo già riscontrato in precedenza. Da lettrice e cultrice devota del genere psicothriller, ho adorato “la ragazza del treno” e per prima ho riposto molto entusiasmo nell’iniziare la lettura di questo nuovo romanzo. Personalmente non sono rimasta per niente delusa, anzi piacevolmente sorpresa di avere avuto conferma che l’autrice ha mantenuto il suo stile ed è stata all’altezza delle aspettative dei lettori,  che come me si erano appassionati al primo romanzo. La storia è ambientata in un piccolo paesino a nord dell’Inghilterra,  Beckford, ed è legata al ritorno di una giovane abitante del paese , Jules Abbot, costretta a rientrare per il ritrovamento del cadavere della sorella Nel, in fondo al fiume. Il vero protagonista è infatti il fiume, soprannominato “lo stagno delle annegate” proprio perché  dal 1600 fino ai giorni attuali, ha visto morire annegate tante giovani donne o per stregoneria o per infelicità ” il luogo in cui liberarsi delle donne che portano guai”… La narrazione segue la scia del romanzo corale,ogni capitolo ha come protagonista uno dei tanti personaggi di Beckford ma, mentre nel primo romanzo il punto di vista si limitava solo a 3 personaggi, qua ognuno ha “qualcosa da dire”. Il libro coinvolge fin dal primo momento trasportando il lettore dentro un mondo fatto di falsità, segreti e dolori mai sopiti e superati, l’autrice è stata capace ancora una volta di snocciolare la narrazione attraverso il racconto diretto, dei soggetti coinvolti direttamente nelle trame dell’intreccio, per condurre il lettore ad un finale inaspettato che svela la verità nell’ultima pagina, proprio quando tutto sembra concluso. Non aggiungo altro per non svelare tutto, consiglio vivamente di leggerlo, voto :9 e 5 stelline di gradimento. 

Buona lettura!! Maria Pia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...